Home Attualità Il Virus Zika: cosa dobbiamo sapere, dove si diffonderà
Il Virus Zika: cosa dobbiamo sapere, dove si diffonderà

Il Virus Zika: cosa dobbiamo sapere, dove si diffonderà

630
5

Il Virus Zika, si senta sempre più spesso parlare di lui in queste settimane e GeopoliticalCenter ha così deciso di proporvi un post nel quale cerchiamo di spiegarvi cosa è questo Virus, perché deve essere tenuto nell massima considerazione ma non deve ingenerare, soprattutto in Italia, panico o isteria.
Il Virus Zika è un agente patogeno che per diffondersi necessita di un vettore, questo vettore sono le zanzare del genere Medes, in particolare la Aedes Aegypti, specie non comune in Europa. Il Virus si contrae con la puntura della zanzara nella stragrande maggioranza dei casi, sebbene durante la fase acuta della malattia, che dura circa 7 giorni, può essere trasmesso anche attraverso rapporti sessuali.
Il Virus, sebbene raramente in grado di creare gravi infezioni negli adulti immunocompetenti, è invece pericoloso per le donne al primo trimestre di gravidanza, può determinare microcefalia del neonato, condannando il bimbo a problemi neurologici perenni. La percentuale di microcefalia dovuta al Virus non è ancora chiaramente quantificata.
Il Virus, presente endemicamente in Africa in numerosi serbatoi animali, è giunto nel 2014 in America Meridionale, espandendosi prima in Estremo Oriente, e ora sta vivendo una fase di contagio esponenziale in Brasile e America centrale, inclusi i Caraibi.
Potenzialmente il Virus è in grado di diffondersi ovunque nelle americhe, con un numero di casi attesi che supererà ampiamente il milione entro la fine dell’anno (le stime più pessimistiche parlano di 6 milioni di casi). La diffusione sarà determinata dalla presenza o meno della zanzare vettore della malattia.
Il virus ha registrato casi sporadici in Europa ma per ora non si registrano epidemie. Durante la stagione invernale una epidemia di Virus Zika è impossibile, in quanto non esiste il vettore della malattia. L’attività di sorveglianza sanitaria per il Virus Zika dovrà iniziare a Maggio/Giugno quando le zanzare del genere Aedes riprenderanno il loro ciclo riproduttivo. Visti i milioni di casi atti di Virus Zika nelle Americhe, l’arrivo del Virus in Europa, grazie al turismo, è un’ipotesi per nulla improbabile e i centri specializzati in virologia del nostro paese dovranno attrezzarsi per eseguire la diagnosi della malattia.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha convocato una riunione di emergenza per coordinare gli sforzi riguardo il contenimento delle problematiche legate alla malattia. La malattia va affrontata senza panico da parte della popolazione ma con l’adeguata attenzione da parte delle autorità.
Vi terremo informati sull’evoluzione della situazione

Photo Credit: OMS

630

Comment(5)

  1. In effetti, se provoca quei danni permanenti ai nuovi nascituri, è parecchio pericoloso come virus…
    Ci si deve aspettare una situazione grave durante la buona stagione quando le zanzare arriveranno in massa come sempre?

    Per fortuna la Aedes in questione è poco presente in Italia, ma l’assenza di immunizzazione della popolazione gioca a nostro sfavore. Ora non ci si può esprimere

  2. se bonificassero come dovrebbero… invece da noi invasione di zanzare con il caldo perchè nessuno fa il suo lavoro, cioè bonificare le zone “acquose”.

    1. Serve a poco o niente la disinfestazione… Per fare un lavoro fatto bene bisognerebbe arrivare a livelli maniacali con tanto aerocisterne che spargono insetticida su ogni macchia verde…
      Funziona meglio arrangiarsi con zanzariere in casa e litri di repellente quando si esce.

  3. In realtà il virus Zika può essere trasmesso anche da Aedes albopictus (zanzara tigre). La trasmissione del virus da parte di questo vettore é stata documentata in Africa ma non si sa ancora con certezza se ciò possa avvenire anche alla nostra latitudine in quanto la replicazione del virus nella zanzara potrebbe essere influenzata da fattori quali temperatura, umidità etc. Gli esperti ritengono che non ci siano motivi per escludere che la zanzara tigre possa essere un vettore per il virus Zika anche in Europa. Staremo a vedere.

  4. Gli scienziati brasiliani che stanno seguendo da molto tempo l´evoluzione del zeka virus, pensano che il virus adesso sia passato e trasmesso anche dalla zanzara comune, per questo l´aumento esponenziale dei casi osservati. Se cosí fosse tutti i continenti del nord in primavera – estate dovranno tenerne conto. Qualcuno in Brasile comincia a parlare di riprendere l´uso del DDT, l´unico che fu capace di quasi debellare la malaria. Naturalmente si parla di DDT di nuova concezione non dannosa all´uomo
    e all´ambiente.

Comments are closed.