Home Attualità La Corea del Nord ha completato un ciclo di estrazione di Plutonio
La Corea del Nord ha completato un ciclo di estrazione di Plutonio

La Corea del Nord ha completato un ciclo di estrazione di Plutonio

477
0

La Corea del Nord ha completato un ciclo di estrazione di plutonio, utilizzabile a scopo bellico, nell’impianto di processsamento nucleare di Yongbyon. Alcune immagini satelliti di Airbus Defence hanno mostrato un’intensa attività in alcuni edifici che già in passato hanno svolto questa operazione di estrazione del plutonio dalle barre di combustibile del reattore sperimentale da 5MW presente proprio a Yongbyon.
Le immagini mostrano la fuoriuscita di vapore dal laboratorio radiochimico che consente di ottenere il plutonio, il vapore indica che il processo di estrazione è in atto, fatto già osservato altre tre volte in passato dai satelliti militari e una volta da satelliti commerciali.
Questa attività è andata avanti per alcune settimane e dovrebbe aver consentito alla Corea del Nord di avere a disposizione plutonio per almeno altri tre ordigni. Dobbiamo ricordare che la Corea del Nord ha affinato le tecniche di estrazione di plutonio, così come le tecnologia per l’arricchiamo dell’Uranio. Queste attività presso Yongbyon sono riprese in maniera improvvisa pochi mesi fa e da allora non si sono mai interrotte. Il reattore sperimentale da 5MW appare essere sempre in attività e entro pochi mesi potremmo assistere ad un nuovo processo di estrazione del plutonio nel laboratorio radiochimico. Se i lavori presso il sito nucleare di Yongbyong continueranno a questo ritmo entrala fine dell’anno stimiamo che la Corea del Nord potrebbe avere plutonio per almeno altre dieci bombe ad implosione, nell’attesa che vengano completati i lavori ad un reattore sperimentale ad acqua leggere che dovrebbe garantire a Pyongyang una capacità tripla di produzione di plutonio.
E’ chiaro che la leadership della Corea del Nord abbia intenzione di basare sulla armi atomiche la difesa del loro regime e questo fatto dovrà essere tenuto sempre a mente quando dovremo valutare l’atteggiamento geopolitico di Kim Jong Un e dell’apparato militare della Corea del Nord