Home Attualità La linea Curzon e la Crisi in Ucraina.
La linea Curzon e la Crisi in Ucraina.

La linea Curzon e la Crisi in Ucraina.

214
1

Linea Curzon Polonia UcrainaOggi vi parliamo brevemente della linea Curzon e della sua importanza nella crisi Ucraina.
Il confine tra Polonia e gli stati limitrofi è sempre stato molto labile. La Polonia è stata invasa, smembrata, ricostituita, invasa e modificata più volte.
Vi raccontiamo solo gli ultimi 200 anni ed iniziamo quando alla fine dell’Ottocento Impero austroungarico, Russia e Prussia si spartirono il paese che tornò indipendente alla fine della prima guerra mondiale, includendo parte dell’attuale Ucraina dell’ovest, Leopoli e Stanislawow (oggi Ivano-Frankivs’k).
Allo scoppio della seconda guerra mondiale, seguendo le line del protocollo segreto del patto Molotov Ribbentrop Germania e Unione sovietica invasero e si spartirono la Polonia.
Alla fine della guerra la Polonia riacquistò la propria indipendenza ma Stalin pretese che la Polonia venisse “traslata” più ad ovest e che le regioni più orientali passassero sotto il controllo dell’Unione Sovietica.
Stalin pretese che il confine fosse tracciato seguendo la Linea Curzon, un confine ipotetico e non accettato da nessuno tracciato nel 1920 da Lord Curzon per porre fine alla guerra polacco sovietica.
Così città della Polonia del Nord passarono a quella che oggi è la Bielorussia e le città della Polonia di sud est passarono a quella che oggi è l’Ucriana .
Un breve post che vi servirà per comprendere maglio la nostra analisi in uscita oggi sulla Polonia e il rischio di un suo coinvolgimento nella crisi ucraina.

214

Comment(1)

  1. ” includendo parte dell’attuale Ucraina dell’est, Leopoli e Stanislawow (oggi Ivano-Frankivs’k).”

    …ucraina dell’ovest…

    grazie

Comments are closed.