Home Attualità L’Ungheria dice sì a South Stream
L’Ungheria dice sì a South Stream

L’Ungheria dice sì a South Stream

22
9

Con un emendamento alla legge energetica nazionale in discussione al parlamento di Budapest, il governo ungherese, guidato dal Primo Ministro Viktor Orban, autorizzerebbe la costruzione sul suolo nazionale del tratto di competenza ungherese del gasdotto South Stream.
La notizia mette nuovamente il govenro di Orban in rotta di collisione con parte dell’Unione Europea (Quella dei paesi non beneficiari di South Stream), che vorrebbe bloccare la costruzione dell’infrastruttura gasifera al fine di causare un danno diretto all’economia russa.
Il govenro ungherese ha invece stretto rapporti sempre più saldi, in campo energetico, con il colosso russo Gazprom, e quindi consequenzialmente con il Cremlino stesso.

22

tags:

Comment(9)

  1. Si appunto sono d’accordo con te Lux.
    Qua o si imputano i piedi o ci mettono in un angolo. E poi parlano che stanno lavorando per la pace stabile con la Russia, ma va la che sono tutti finanziati dagli spioni yankee.

  2. Io invece dissento, perchè ancora la Crimea non è stata riconsegnata. Inoltre consegnado la propria economia energetica ad un altro stato se ne divente vassallo in maniera ancora maggiore rispetto ad esserlo verso l’UE.

    1. Proponi una valida alternativa per sostituire il gas ed il petrolio russo.

      Ovviamente un’alternativa che non ti ponga schiavo di un altro od altri Paesi.

      1. Cominciamo con sostituire le auto di media e grossa cilindrata con quelle a bassa cilindrata, spostiamo il trasporto merci dal gommato al treno, eliminiamo le centrali elettriche a carbone e utilizziamo l’energia solare, l’eolico e le correnti marine, che sono energie rinnovabili e utilizzabili da tutti. Cominciamo a modificare tutti i cappotti termici degli edifici ed eliminiamo tutte le lampadine alogene. Potrei continuare ancora….. Già così facendo la richiesta energetica statale si riduce.

        1. perchè solo rimpicciolire le macchine?
          ELIMINIAMOLE

          passaporto con visto e dogana per attraversare i confini comunali!

          perchè “incappottare” gli edifici e sostituire le lampadine?
          si organizzino grandi dormitori comuni con brande a castello e il solo respiro basta a scaldarli, e tutti a letto dal tramonto all’alba!

          …cmq è singolare che dobbiamo eliminare il carbone, l’unica risorsa energetica che abbiamo in abbondanza, e giammai per altre fonti affidabili, tipo il nucleare, ma per inseguire la democrazia energetica

          CI HANNO GIA’ PROVATO, in cina e cambogia, e ci hanno ammazzato decine di milioni di persone

          io sono tutto meno che un amante della democrazia all’americana, ma se l’alternativa deve essere quella campuceana…ridatemi mccarthy!

          1. Ma perchè sprecare anidride carbonica e così aumentare il buco dell’ozono per pigiare i caratteri della tastiera?
            Aboliamo il cervello così almeno le fesserie rimango chiuse nelle scatole craniche.
            Capisco commentare, ma se ogni volta si deve delirare verso frange di pensiero estremistiche allora bisogna farsi vedere e pure da uno bravo

        2. “Cominciamo con sostituire le auto di media e grossa cilindrata con quelle a bassa cilindrata”

          Cavolata. Non è questo il problema dei consumi energetici. Le auto sono DEMONIZZATE volontariamente solo ed esclusivamente per farle diventare obiettivo di tasse. Le vetture sotto i 2000 di cilindrata sono già la maggioranza in Italia.

          “spostiamo il trasporto merci dal gommato al treno”
          sacrosanto in quanto è vero che i camion sono i veri inquinatori e pericolo per le nostre strade. Però l’energia elettrica dei treni qualcuno la dovrà produrre

          “eliminiamo le centrali elettriche a carbone e utilizziamo l’energia solare, l’eolico e le correnti marine, che sono energie rinnovabili e utilizzabili da tutti”

          Le energie alternative possono solo servire a ridurre il fabbisogno energetico da fonti tradizionali ma non potranno MAI sostituire queste. Valuta quanta superficie servirebbe per fare una centrale solare od eolica da 3 GW di potenza e costanti.

          “Cominciamo a modificare tutti i cappotti termici degli edifici ed eliminiamo tutte le lampadine alogene”

          Questo può servire a ridurre il fabbisogno. Dovremmo riuscire ad eliminare la mafia e la speculazione che vi sono nella cantieristica edilizia.

          MORALE: le idee son buone ma alla fine, se non hai il nucleare, non puoi affidarti a solo fonti alternative. Quindi rimarrai comunque dipendente da altri Paesi. L’unica è diversificare il più possibile tra vari Paesi gli ordinativi di materie prime ma questo implica il non poter strappare i prezzi migliori giocando sui quantitativi.

          Insomma, se un Paese non ha risorse proprie è un macello.

Comments are closed.