Home Attualità Obama :”Non sono interessato alle battaglie iniziate prima della mia nascita”. La sintesi di un pensiero limitato
Obama :”Non sono interessato alle battaglie iniziate prima della mia nascita”. La sintesi di un pensiero limitato

Obama :”Non sono interessato alle battaglie iniziate prima della mia nascita”. La sintesi di un pensiero limitato

32
9

Nei giorni dell’incontro con il dittatore cubano Raul Castro, (ribadiamo dittatore perché Cube è e rimane una dittatura monocolore della famiglia Castro) il presidente americano Obama, per giustificare la sua postura verso Cuba ha dichiarato “Non sono interessato a battaglie iniziate prima della mia nascita”.
Questo breve post vuole rappresentare lo sgomento del nostro gruppo nell’aver letto questa dichiarazione che arriva dal più potente uomo del mondo, un uomo, il comandante in capo delle forze armate americane che dovrebbe conoscere ed essere interessato ad ogni battaglia, militare, culturale o politica, dalla preistoria ad oggi e non solo curarsi di ciò che è avvenuto dopo la sua nascita.
Questa frase rappresenta la limitazione del pensiero, geopolitico e strategico del presidente americano, e ci permette di capire come questo uomo possa aver causato tutta l’instabilità che oggi osserviamo in ogni angolo del globo.

32

photo by: jurvetson
tags:

Comment(9)

  1. Non ci posso credere! Qua siamo alla follia. Con una simile dichiarazione che dimostra nelle mani di chi siamo messi, vi dico che arriverà una terza guerra mondiale, al mille per mille

  2. La pochezza della politica estera di Obama è inversamente proporzionale alla grande politica estera di Papa Giovanni Paolo II.
    Il problema è che chi verrà dopo Obama dovrà invece preossuparsi e ricordarsi putroppo di tutte le fesserie che questo ha combinato.
    Il peggio presidente che il popolo USA abbia mai eletto.

    1. Non so come mai ma c’è una vocina nella mia testa che mi dice che il peggiore sarà il prossimo.

      Speriamo che la vocina si sbagli.

  3. non arriverà una guerra mondiale perchè Obama è un incompetente ma perchè un gruppo di oligarchi (i burattinai) ha già da tempo programmato tale azione. Come tutte le altre volte:

    “gli Stati Uniti sono stati in guerra il 93% del tempo, dalla loro creazione nel 1776, vale a dire 222 dei 239 anni della loro esistenza
    Gli anni di pace sono stati solo 21”

    http://informare.over-blog.it/2015/02/gli-stati-uniti-sono-stati-in-guerra-222-anni-su-239-che-esistono-come-stato.html

  4. Qua si parla del presidente usa come se fosse lui a decidere tutto. .. Ma signori, ma chi ha dato a obama 2,4 Miliardi di dollari per la campagna elettorale??

    È come dire che hitler e Mussolini diedero inizio alla 2 guerra mondiale ignorando le cause economiche e i relativi interessi sottostanti delle élites dei vari paesi.

  5. Beh complimenti a Obama per aver letteralmente dato un schiaffo in piena faccia a tutti i reduci della ww2 , a coloro che hanno combattuto per il sogno americano. Grande l’uomo più potente del mondo che pensa di giocare a Risiko!

  6. Invece io questa volta condivido il pensiero di Obama.Non è tempo di basare le scelte si queste o quelle ragioni storiche ma di compierle in base alla contingenza del momento.La rottura con Israele per il programma nucleare iraniano è la dimostrazione palese di questa linea di pensiero dell amministrazione Obama secondo me è potrebbe anche non essere affatto tragica come molti la dipingono

  7. Mi viene da ridere a pensare a quanta enfasi il nostro autore ci mette nel ricordare che Castro è un dittatore. Peccato che la famiglia reale saudita, uno segli storici alleati USA, governi una nazione in modo che definire medioevale è riduttivo. A quando un post sulle ultime elezioni saudite ( giù risate) sulla condizione delle donne ivi residenti? Grazie

Comments are closed.