Home Attualità Il Premier Giapponese vuole la Russia nel G8
Il Premier Giapponese vuole la Russia nel G8

Il Premier Giapponese vuole la Russia nel G8

425
3

Il Premier giapponese Abe Shinzo ha espresso la volontà di includere nuovamente la Federazione Russa all’interno del G8, formato di vertice abolito dopo la Guerra in Ucraina Orientale e l’annessione della Crimea alla Russia.
Abe Shinzo è oggi presidente del G7, formato di vertice che ha sostituito il G8, e come presidente farà tutto ciò che è in suo potere per avere la Russia al tavolo dei grandi della terra. Abe ha affermato che senza la Russia al tavolo negoziale sarà impossibile stabilizzare il Medio Oriente, e che un coordinamento con Mosca è indispensabile per risolvere le grandi questioni geopolitiche mondiali.
Il nostro gruppo concorda con la visione del Premier giapponese, ma ritiene che le parole di Abe Shinzo possano evidenziare al mondo che il Giappone e la Russia siano più vicini che mai ad un accordo per la gestione delle isole Curili, un arcipelago conteso tra Russia e Giappone che si estende a nord di Hokkaido.
Le isole più meridionali dell’arcipelago furono invase dai sovietici dopo aver denunciato un patto di non aggressione che era stato stipulato con Tokyo prima dello scoppio della seconda guerra mondiale. I giapponesi non hanno mai accettato l’occupazione sovietica, e non di conseguenza si è mai giunti ad un accordo sulla gestione di queste isole contese.
A marzo del 2015, osservando le condizioni di base per un accordo tra Russia e Giappone, proprio a riguardo delle isole Curili, il nostro gruppo aveva formulato uno scenario di un possibile accordo tra Mosca e Tokyo sul possesso di tali isole. (Qui trovate il Link).
Le parole odierne di Abe Shinzo ci fanno pensare che un accordo tra Giappone e Russia sulle Curili sia ora più vicino che mai.
Le necessità energetiche del Giappone, l’imperativo bisogno russo di aumentare l’esportazione di Gas Naturale e il fatto che il Giappone non possa più fare completo affidamento sull’Alleato Americano, rende il nostro scenario sempre più verosimile.
Photo Credit: Ajswab

425

tags:

Comment(3)

  1. Io approverei il reintegro nel G8 della Russia. Ma se si parla di potenze economiche allora andrebbe inserita la Cina. Diciamo che questa posizione la meritiamo sempre meno noi italiani.

    1. Io invece il G8, al pari di tante altri lobbie, lo abolirei completamente. Non si può sentire che 8 devono decidere le economie del mondo.

  2. Che senso ha il G8 sono tutti paesi della NATO?! Fanno quello che dicono gli USA punto!
    Il G8 dovrebbe essere composto da ben altri paesi: USA, UE, Russia, Cina, India, Iran, Brasile, Giappone. Questi paesi raccolgono le maggiori economie e popolazioni del mondo, nonchè le risorse territoriali e naturali (Canada e Australia sono una mera estensione degli USA).

Comments are closed.