Home Attualità Terrore a Slaviansk. Vittime tra i civili
Terrore a Slaviansk. Vittime tra i civili

Terrore a Slaviansk. Vittime tra i civili

44
7

Terrore e morte ieri pomeriggio a Sloviansk, nell’ucriana orientale (Oblast’ di Lugansk) una delle città simbolo della rivolta dei filo russi.
Numerose esplosioni, probabilmente causate da bomba di mortaio, hanno colpito un’area residenziale della città, provocando numerosi danni agli edifici e la morte di almeno due civili.
Nel video che segue potete vedere i danni subiti dalla cittadina dei ribelli e purtroppo anche due delle vittime civili.
L’aumento di violenza nella ribellione in Ucraina è sensibile e coinvolge sempre più anche i civili.
Ieri almeno tre sono stati incivili uccisi negli scontri ai quali vanno aggiunti il giornalista italiano Andrea Rocchelli ed il suo interprete locale uccisi due giorni fa, e sempre da una bomba da mortaio, in Ucraina orinatale.

[youtube width=”500″ height=”300″]LKZjAa4CwDc[/youtube]

Anche a Donetsk si contano numerose vittime circa 40 tra i miliziani e un numero ancora maggiore tra i civili. Dalla zona, ed in particolare dall’ospedale di Donetsk, arrivano immagini raccapriccianti che preferiamo non mostrare. Quella che è avvenuta nella città dell’Ucraina orientale è comunque una vera e propria strage.

44

Comment(7)

  1. A ok allora per sistemare le cose si fa’ strage di civili modello Siria! L’Europa e il suo amico Kiev hanno ormai le mani sporche di sangue di vittime innocenti. Questa é l’Europa, bella pubblicità dopo le elezioni, queste vicende ci si ritorceranno contro e allora sarà troppo tardi!

  2. E pensare che Gheddafi è stato bombardato per questo e ad Assad stava per toccare la stessa sorte. Bello essere dalla parte sbagliata della storia.

  3. Io credo che ci stiamo avviando ad un mondo sostanzialmente multipolare, ovvero ad un sistema di relazioni internazionali dominato da nuovi attori emergenti (BRICS con Cina in primis) che si porranno accanto agli USA nel dominio globale, mettendo fine al sistema tendenzialmente unipolare attuale con gli Stati Uniti a capo delle stesse. I disordini, le tensioni, le rivolte e le guerre civili di questi anni (Ucraina e Siria in primis) in amalgama alla crisi economica dovrebbero essere i segnali di questa transizione. Alcuni ipotizzano nel peggiore dei casi uno scenario da guerra globale, che sarebbe l’estensione a livello planetario dell’attuale scenario siriano di guerriglia urbana.
    Questo link rende bene l’idea:http://www.hescaton.com/wordpress/terzo-conflitto-mondiale-una-guerra-liquida/
    Vorrei sapere cosa ne pensassero i competentissimi gestori del sito, e sarei felicissimo se a breve pubblicassero anche un post che tratta di questo, senza dubbio sarà interessantissimo come tutti i post che pubblicate, per cui vi faccio delle sincere congratulazioni!

    1. Concordo con la tua previsione. E meno male se fosse esattamente come dici tranne per la guerra globale, perchè come insegna il mercato il monopolio non fa bene a nessuno se non al monopolista cioè gli usa. Di sicuro assisteremo a molte primavere o golpe mascherati da guerre civili legittime, ovviamente tutto pilotato da CIA e Casa bianca e sponsorizzato dai noi schiavetti della UE!
      Tra l’altro il BRICS sta per inglobare anche l’Argentina per crescere ulteriormente, non so cosa possa offrire un paese distrutto dalle banche come l’Argentina, ma tutto fa brodo!

      1. Ti ringrazio per aver risposto, e noto che sei d’accordo con me. Io sono uno studente universitario indirizzo Relazioni Internazionali, e mi interesso di politica internazionale. Penso che anche la gente dovrebbe farlo perché, vuoi o non vuoi, è anche lì che plasmano il nostro destino. Non lo fa perché spesso il mainstream ufficiale occulta le notizie (Russia-Bielorussia-Kazakistan hanno appena firmato il progetto di Unione Eurasiatica in vigore da Gennaio 2015, la gente comune l’ha sentito?; di Ucraina, che rappresenta lo scacchiere ove si sfidano le grandi potenze si parla poco e niente, la gente comune sarebbe in grado di spiegarmi cosa succede lì e quali sono gli equilibri?). Penso che avendo una maggiore consapevolezza di sé e del mondo circostante è di ausilio affinché possiamo migliorarlo, quindi colgo l’ennesima occasione per fare complimenti al sito che ne rappresenta il primo passo.

Comments are closed.