Home Attualità Ya’alon ministro della difesa di Israele cambia idea sullo Strike contro l’Iran?
Ya’alon ministro della difesa di Israele cambia idea sullo Strike contro l’Iran?

Ya’alon ministro della difesa di Israele cambia idea sullo Strike contro l’Iran?

28
3

Il ministro della difesa israeliano Moshe Ya’alon da sempre si è posto in maniera netta contro ad un eventuale strike israeliano in Iran. Ya’alon ha sempre pensato che l’azione eventuale contro l’Iran doveva essere coordinata e guidata dagli Stati Uniti, sia per opportunità politica in Medio Oriente, sia per le superiori capacità militari americane.
Oggi però sembra che l’idea di Ya’alon sullo strike contro l’Iran sia cambiata.
Intervenendo ad una conferenza all’università di Tel Aviv il ministro della difesa di Israele ha dichiarato che Israele pensava che fosse giusto che gli Stati Uniti guidassero gli sforzi per limitare le capacità nucleari iraniani tuttavia, ha osservato Ya’alon, l’America ha iniziato a discutere con gli iraniani in una specie di bazar persiano, un luogo dove notoriamente gli iraniani sono favoriti.
Subito dopo egli ha aggiunto che Israele oggi può contare solo su se stesso e non può affidare la propria sicurezza a nessuno.
Ecco nelle parole e nei fatti che uno dei membri del Gabinetto di Sicurezza israeliano ha cambiato idea sullo Strike contro l’Iran.
Il maggiore oppositore allo Strike diventa oggi uno dei suoi sostenitori, e le vicende di Siria ed Ucraina hanno avuto sicuramente il loro peso nella scelta di Ya’alon.
La nostra analisi suggerisce che le dichiarazioni di Ya’alon riflettano anche un nuovo pensiero delle forze armate di Israele sulla materia in questione.
I vertici militari da sempre si oppongono ad uno Strike unilaterale israeliano contro Teheran e Ya’alon, ex Capo di Stato Maggiore della Difesa di Israele, era la loro voce nel governo e nel Gabinetto di Sicurezza.
Oggi le parole di Ya’alon, secondo il nostro parere, riflettono le mutate considerazioni delle forze armate israeliane che osservano l’Iran diventare ogni giorno più forte dal punto di vista militare e politico, un Iran che spedisce armi sempre più avanzate e letali ai suoi alleati a Gaza e in Libano, un Iran che potrebbe avere in Siria con Al Assad indebolito ma al potere accesso alla frontiera israeliana sul Golan.
Le forze armate israeliane, secondo noi, hanno dato luce verde alla politica israeliana per un attacco all’Iran e Netanyahu non sarà certamente dispiaciuto di questo.

28

Comment(3)

  1. Ma scusate cosa si può pretendere da Israele, vista l’attuale capacità di politica estera dell’Occidente? Onestamente, dopo quello che sta succedendo in Ucraina, ogni Stato è autorizzato e legittimato a difendersi con le modalità e le forme che ritiene più opportune, tanto nessuno viene in aiuto dell’invaso e nessuno condanna gli illeciti internazionali con fatti veri. Se Israele ritiene di sentirsi minacciata dall’Iran così tanto da intervenire militarmente, che differenza c’è tra il difendere gli israliani nel proprio territorio, dal difendere i russi in territorio ucraino???? Ormai il diritto internazionale è diventato un mezzo per giustificare interventi altrimenti non giustificabili. Altro che ritorno alla cortina di ferro….stiamo tornando alla mentalità antecedente alle due guerre mondiali.

  2. L’amore è il sentimento umano più difficile da spiegare da sempre. Se lo dobbiamo descrivere, dire che sia soprattutto affetto insieme ad altre cose, è più che incompleto. Questa è la bellezza dell’amore, non si vede bene come nasce, dove va, cosa diventa e com’è fatto. Non si può contenere il suo significato solo in una parola, è qualcosa che sfugge dalle mani e prende il volo. L’amore è una ricetta segreta che l’uomo non riesce a scoprire, al massimo può arrivare a capire gli ingredienti base. Altre cose si vogliono mettere vicino o dentro il contenitore dell’amore, tante non hanno niente a che vedere, sono soltanto una forzatura. Come in ogni magia c’è un trucco, anche in ogni amore c’è un fascino. L’amore è la più bella grazia fatta all’uomo. Se avessimo sempre la capacità di donare e ricevere amore, con benevolenza, senza paura, senza pensare male, intorno a noi ci sarebbe una luce splendente che entrerebbe dentro chi non prova amore, chi ha smesso di amare e chi ama poco. Non sempre viviamo portando amore, ci sforziamo, perché siamo più scuri e pesanti di lui. Non c’è vero amore senza il sorriso. L’amore è imprevedibile, un giorno ci viene donato da qualcuno che non conosciamo, un giorno ci viene tolto da qualcuno che conosciamo. L’amore non è solo quel sentimento che si crea tra un uomo e una donna, questo è solo una piccola parte. Il suo senso è stato da sempre rivolto a tutti i rapporti umani fra loro, a tutto quello che esiste e alle certezze visibili e invisibili. Quando diciamo amore, togliamolo dalla testa il solito primo pensiero che viene. Ridurre il suo grande significato, non ci fa ne capire ne donare amore agli altri e a tutto il resto. Come siamo superficiali, corti, poco generosi, teniamo le luci spente. Tra i tanti tipi di amore umano, uno molto bello, completo, intenso e naturale è quello tra un uomo e una donna. I rapporti sessuali tra un uomo e una donna, basati davvero su questo nobile sentimento, sono l’ultima stanza della casa dell’amore, sono la parte più fisica, sono l’ultimo aspetto gradevole e importante. L’uomo è fatto per la donna. La donna è fatta per l’uomo. Cambiando questa normale e bella realtà, si crea un disordine, come la terra senza il tempo e la gravità, tutto gira verso il nulla. L’amore vero, quello alto, ama tutti senza nessuna distinzione, ma non si stanca di ricordarci di avere la forza di cambiare, aspetta con pazienza, speranza e dolcezza il nostro ordine. Quando fa buio, ci sono persone dentro a delle auto ferme, molte volte con i vetri appannati. Si mettono negli spazi isolati, nelle strade appartate, nelle pianure, al mare, in montagna, dovunque, a volte in tanti. Questo non è amore, è solo un forno che puzza, povere auto. Anche se vi trovate lontani dall’occhio umano non siete giustificati, queste azioni le fate anche per colpa della società che ve li lascia fare. Con amore vi dico di cambiare. Sistemate quella situazione che vi chiude le porte, vi ostacola a vivere in maniera giusta e nei posti giusti le vostre passioni. Se non ci riuscite, trovate un modo, fate più sacrifici come fanno gli altri.

Comments are closed.