Home Breaking News Aumenta il Budget delle forze armate israeliane
Aumenta il Budget delle forze armate israeliane

Aumenta il Budget delle forze armate israeliane

26
3

In tempi di crisi globale, in tempi dove anche lo stato di Israele affronta un certo sconcerto sociale, in particolare a fronte della difficoltà per molti Israeliani di comprare e gestire una abitazione con un mercato immobiliare che non conosce un calo dei prezzi, il governo di Gerusalemme ha concesso alle forze armate un aumento di Budget di oltre 750 milioni di euro, un aumento di Budget quasi paragonabile ai tagli al ministero della difesa eseguiti poco più di 18 mesi fa.
Cosa ha spingo Gerusalemme ad aumentare il Budget della difesa quando l’Egitto non è più una minaccia, quando Hamas, sebbene possegga ancora una notevole capacità offensiva, è sotto assedio delle forze aramte egiziane che controllano Gaza dal cielo e si confrontano con i miliziani palestinesi nel Sinai, dopo che al gran parte dei tunnel che contrabbandavano armi a Gaza sono stati distrutti dai genieri egiziani.
Anche la Siria non rappresenta più una minaccia convenzionale reale per Israele, l’esercito siriano fatica quotidianamente per contenere i ribelli e ha necessitato del fondamentale aiuto dell’Hezbollah libanese per non dover abbandonare Damasco.
Ai confini di Israele solo l’Hezbollah rappresenta una minaccia credibile, ma questo oggi come uno, due o tre anni fa. Perchè quindi aumentare le spese militari in questo particolare momento storico?
L’unica ragione concreta per incrementare il Budget della Difesa è la necessità di dover reintegrare nel 2014 equipaggiamenti, sistemi missilistici e forse dover far fronte a spese straordinarie per ricostruire strutture militari che potrebbero essere distrutte in un conflitto.
Un conflitto che comunque sia coinvolgerà l’Hezbollah libanese, sia che scoppi un confronto tra i libanesi e gli israeliani per la spedizione di armi avanzate dalla Siria in aree sotto il controllo dell’Hezbollah, sia che il partito di Dio libanese risponda con le proprie capacità missilistiche ad un attacco israeliano alle infrastrutture atomiche iraniane.
Comunque sia la notizia dell’aumento di Budget delle forze armate israeliane è un elemento da tenere nella massima considerazione.

26

Comment(3)

  1. In questi giorni ho letto articoli nei quali si diceva che l’Arabia Saudita acquistera’ bombe e munizioni dagli USA per piu’ di 6 miliardi $, ed inoltre e’ pronta ad acquistare dalla Germania 5 sottomarini del tipo 209 per 2,5 miliardi di euro (lo riporta il quotidiano tedesco Bild am Sonntag)….

    Ora giunge la notizia sull’aumento di Budget per le forze armate israeliane…

    Qualche tempo fa’ avete pubblicato un articolo nel quale trattavate su una sorta di avvicinamento tra questi 2 paesi dopo la delusione dal comportamento americano….
    Sulla base di cio’, e’ solo una dimostrazione di decisione e forza in vista degli incontri del 7-8 e 11 novembre, oppure e veramente reale e concreta la possibilita’ che questi paesi (con eventuale sostegno di altri paesi quali Turchia e forse Usa) aggrediscano militarmente l’Iran ?!

    Sauditi ed Israeliani si sentono minacciati in senso letterale, e temono che gli Stati Uniti non li proteggeranno nel momento del bisogno. In questo contesto un confronto di Arabia Saudita e Israele con l’Iran è possibile. La Turchia sarà passiva e gli Stati Uniti reagiranno solamente se l’Iran dovesse chiudere Hormuz. Questa è la nostra visione
    La notizia dei sottomarini è vera, forse qualche unità in più come numeri così come l’acquisto di armi americane.

    1. SE aumentano i sottomarini, in particolare unità tanto grandi, non credo proprio sia per paura dell’iran, nel golfo persico in guerra non durerebbero una settimana, men che mai potrebbero attraversare hormuz

      operazioni del genere non agevolano certamente un attacco tipo ossiraq, vuol dire che nessuna delle due parti si è trovata un alleato abbastanza potente e affidabile per una guerra lunga e quindi si preparano direttamente per un’altra guerra lunga e feroce, come trent’anni fa fra iraq e iran, e forse addirittura che il ritiro americano faccia sorgere timori un po’ più a oriente, diciamo kashmir e dintorni

  2. Vi ringrazio della risposta e colgo l’occasione per ringraziare GPC per gli ottimi articoli pubblicati sui vari argomenti, che seguo sempre con grande interesse !

    L’Iran, che negli ultimi anni ha potenziato notevolmente il suo potenziale bellico diventando cosi una delle potenze principali della regione, sarebbe attualmente in grado di respingere o addirittura sopraffare un’eventuale aggressione congiunta di Israele e Arabia Saudita (senza la partecipazione degli Usa) ?

    Sì l’Iran ha migliorato molto il proprio potenziale bellico, tuttavia non possiede ancora capacità offensive moderne, se escludiamo i nuovi vettori balistici a corto e medio raggio. L’Iran di oggi non sarebbe in grado di respingere integralmente un attacco congiunto di Israele e Arabia Saudita, ma tra 2/3 anni potrebbe avere il totale controllo del proprio spazio aereo. Oggi le armi più temibili degli iraniani sono i vettori balistici e le tattiche di guerra asimmetrica per bloccare lo Stretto di Hormuz. Ma l’Iran avanza in campo militare giorno dopo giorno. Pensiamo che entro 18/24 mesi non sarà più praticabile uno Strike di Israele e Arabia Saudita contro l’Iran, a meno che queste due nazioni non siano disposte a mettere in conto un alto numero di perdite.

Comments are closed.