Home Breaking News Davutoglu: la Russia aiuta una pulizia etnica contro i turcomanni
Davutoglu: la Russia aiuta una pulizia etnica contro i turcomanni

Davutoglu: la Russia aiuta una pulizia etnica contro i turcomanni

368
8

Il primo ministro turco Ahmad Davutoglu ha affermato che la Russia sta contribuendo ad una pulizia etnica contro le popolazioni turcomanni che abitano il nord della regione siriana di Latakia.
Riportiamo questa dichiarazione in quanto le parole del Primo Ministro turco potrebbero aprire la strada ad un intervento “umanitario” turco nel nord della Siria. Se la Turchia, ritiene che in Siria si stia compiendo un genocidio di popolazione che sono di etnia turca, il governo di Ankara potrebbe chiedere al parlamento l’autorizzazione per una azione militare id terra a difesa delle popolazioni turcomanne.
Se ciò dovesse accadere l’escalation militare in Siria potrebbe essere devastate

368

Comment(8)

  1. Sembra quasi che vogliano fare la mossa che i russi hanno fatto nel Dombass.
    E’ presto per dirlo ma scommetto che faranno una figuraccia.

  2. Riguardo il Donbass la Russia non ha minimamente l’intenzione di “annettere” quei territori. Il massimo tornaconto per la Russia e’ una Ucraina federale dove per gli accordi/associazioni internazionali economici e/o militari serva l’unanimita’ dei soggetti della Federazione. Questa e’ per la Russia la garanzia della “neutralita'” dell’Ucraina senza l’assunzione dei costi totali della ricostruzione del Paese.
    Cio’ non accadesse (federazione) la gran parte della parte russofona (Novorossia) diventera’ “indipendente” e entrera’ nell’Unione Euroasiatica.
    La parte occidentale (ex Polonia per capirsi) pure si separera’ dall’Ucraina di oggi. Restera’ la parte centrale (forse).

    1. Nell’articolo non si parla di annettereda parte turca di porzione della Siria. Ma è chiaro che se uno si permettere di fare i propri porci comodi in Ossetia del Sud, in Abkazia, in Cecenia, in Donbass e in Crimea utilizzando come scusa sempre la stessa, ovvero la difesa delle popolazioni russe ivi residenti, non si capisce per quale motivo un altra nazione non possa fare altrettanto. La colpa è della Russia che agendo nei sopracitati posti, ha legittimato un qualsiasi intervento similiare in altri luoghi.
      Chi semina vento raccoglie tempesta.

      1. Scusi Andrea, ma da quando gli Stati Uniti hanno avuto bisogno di una “legittimazione” per fare (come dice lei) i “propri porci comodi”? Non diciamo sciocchezze. Entrando nel merito, come gli Stati Uniti non si sono mai posti scrupoli a difendere i propri interessi non importa dove, anche fosse a 10 mila kilometri di distanza da casa loro, la Federazione Russa sta ora difendendo i propri interessi. Dovete farvene una ragione.
        Tanto piu’ che la Russia di oggi non e’ quella degli anni novanta lasciata in eredita’ da Gorbachev e Eltsin.
        Chi conosce veramente questo Paese sa che e’ bene cercare accordi con lui, perche’ le azioni di forza si sono sempre trasformate in tragedia per chi ci ha provato.
        Scusi la franchezza, ma amo il Paese in cui vivo e come piu’ dell’80% della sua popolaziomne, ho piena fiducia in chi ora ci sta guidando.

        1. Anche durante il periodo 1930-1940 la popolazione tedesca e quella italiana avevano la completa fiducia rispettivamente in Hitler e Mussolini, ma ciò non li salvo dalle nefaste scelte che costoro hanno compiuto.
          Nel mio intervento non ho mica difeso gli USA i quali fanno anch’essi i loro porci comodi ma ho voluto focalizzare il problema che non bisogno meravigliarsi delle azioni di altri (in questi casi della Turchia) quando già c’è stato qualcuno che ha agito nella stessa maniera (Russia). Non si può pensare di essere sopra le parti quando ci fa comodo e in altri frangenti lamentarsi.

  3. … dimenticavo. Mi riferisco agli Stati Uniti nella mia risposta, perche’ se la Turchia avesse a che fare direttamente con la Russia senza alcun altro “supporto” non si sarebbe minimamente sognata di dare inizio alle sue provocazioni.
    E’ chiaro che e’ certa di avere le spalle coperte ed e’ chi “copre” che decide e si deve assumere le responsabilita’.

    1. Se non ricordo male è la seconda forza armata della NATO per cui è decisamente un osso duro. E’ chiaro che chi ha l’atomica può permettersi di fare il gradasso ovunque, fino a quando non si pestano i calli tra loro

Comments are closed.