Home Breaking News Fiscal Cliff to the end
Fiscal Cliff to the end

Fiscal Cliff to the end

13
0

Non vogliamo di certo interrompere i preparativi per i vostri festeggiamenti di fine anno, tuttavia oggi rimane un ultimo argomento di cui parlare. E non perchè sia meno importante, bensì proprio perchè oggi scade ogni altra possibilità di risoluzione. Come avrete capito, stiamo parlando del Fiscal Cliff americano e del fatto che ad oggi ancora non sia stato trovato un accordo.

Cosa accadrebbe alle 24 di questa sera? Le tasse per ogni singolo cittadino americano aumenterebbero sensibilmente, non essendo riusciti a trovare, fino ad oggi, un equilibrio per far pagare i soli redditi più alti. I colloqui tra Repubblicani e Democratici proseguono nel tentativo di evitare un duro colpo all’intera economia americana e, lo ricordiamo, su questi colloqui pende anche l’ultimatum del presidente Obama. Se questi tentativi (da “ultima spiaggia”) non avessero successo, da domani sull’economia americana si riverserebbe una valanga da 600 miliardi di dollari da ottenere tramite maggiori tasse e tagli di spesa. Una austerity d’oltre oceano, indubbiamente. Semplificando, possiamo qui riassumere le posizioni: da un lato Obama vorrebbe escludere dall’aumento delle tasse tutti i redditi inferiori ai 250 mila dollari all’anno. Al contrario, i Repubblicani vorrebbero che gli aumenti venissero spalmati su tutti i redditi, non solo su quelli dei più ricchi.

All’interno di questo farraginoso dibattito alle Camere, si è aggiunto l’ultimatum di Obama che in ogni caso punta all’estensione dei vantaggi fiscali per i redditi fino a 250 mila dollari. Come andrà a finire? Lo sapremo domani, ma senza accordo quel che è certo è che le tasse aumenteranno in media di circa 3400 dollari a famiglia e i tagli impatteranno frontalmente soprattutto la spesa militare. Senza contare i riflessi sulle stantie economie occidentali.

Noi di GPC seguiremo da vicino l’evoluzione dei negoziati e, ne siamo certi, ne riparleremo nei prossimi giorni.

13

Econ1 Analista economico, si occupa principalmente di temi macroeconomici, Europa, Cina, Cinafrica. Economia dello sviluppo e temi di economia ambientale. Contattabile via mail (in calce).