Home Breaking News Gli F/35B effettuano i primi decolli e appontaggi in mare aperto
Gli F/35B effettuano i primi decolli e appontaggi in mare aperto

Gli F/35B effettuano i primi decolli e appontaggi in mare aperto

16
1

F 35.jpgGli F-35B effettuano i primi test in mare

Due F-35B hanno effettuato nei giorni scorsi i primi test di decollo ed appontaggio in mare aperto a bordo della portaerei d’assalto dei Marines USS Wasp. I mezzi aerei, uno dei Marines e l’altro della Royal Air Force, ha non per la prima volta dimostrato in condizioni operative la loro capacità di decollare dal ponte corto delle portaerei d’assalto in uso ai Marines e successivamente sono appontati verticalmente sulla USS Wasp.
Gli stessi test sono stati eseguiti anche durante le ore notturne senza alcun incidente.
La versione B dell’ F-35 verrà utilizzata anche dalla Marina Militare Italiana a bordo della portaerei Cavour già modificata per accogliere a bordo gli F-35B italiani.
I test si sono conclusi con successo e senza incidenti.
Lo sviluppo dell’F-35B sta procedendo a tappe forzate per recuperare il ritardo del programma, ritardo particolarmente sofferto dalla Royal Navy britannica che ha rinunciato anzitempo agli Harrier e oggi si trova senza una componente aerea ad ala fissa imbarcata.
Il programma F-35 continua come da programma

16

Comment(1)

  1. Salve a tutti

    oggi, sul sito de ” La voce della Russia ” e’ stato pubblicato un articolo in cui si dice che la marina degli stati uniti è stata mobilitata nel Mediterraneo nel caso in cui Obama desse il via libera ad un’azione militare contro la Siria, e che nel Mediterraneo orientale è stata dislocata la quarta nave da guerra…
    volevo chiedervi cosa ne pensano i Vs analisti a riguardo, considerando la presenza della Task Force navale russa costituita da una 20 di navi da guerra.
    Immagino che le unita’ russe siano dislocate un po’ lungo la costa siriana, e non solo nel porto di Tartus… di conseguenza le unita’ russe ed americane si trovano le une davanti alle altre ?!
    come pensate possa evolversi la situazione in caso di azione unilaterale ? ci sono serie possibilita’ che le 2 parti si fronteggino ?
    Sempre in questo caso, quale potrebbe essere un’eventuale reazione da parte dell’Iran di Rouhani, dato che c’e’ una sorta di accordo di mutuo soccorso tra Siria ed Iran ?

    pensate di fare un articolo su questo tema ?

    grazie e scusate se mi sono dilungato
    Alessandro

    Stiamo discutendo per scrivere un editoriale sulla questione. L’argomento è molto complesso pensiamo di uscire con il post giovedì.

Comments are closed.