Home Breaking News Grecia Germania due pesi due misure
Grecia Germania due pesi due misure

Grecia Germania due pesi due misure

53
21

A poche ore ormai dal referendum greco, vogliamo fare una ultima riflessione. Secondo noi piuttosto decisiva ed importante. L’Unione europea è solo un ricordo un po’ decadente. L’idea di solidarietà non solo è scomparsa del tutto, ma addirittura è avversata. Da chi? Dall’Europa del nord principalmente. Di fronte alle sofferenze di un popolo intero (e in questo momento non ci interessa la diatriba di chi sia più colpevole) vogliamo dare nome e cognome alle cose. C’è un paese in Europa che si è posto alla guida di tutti gli altri, per una apparente superiorità tecnica e morale. Stiamo parlando della Germania. Attenzione, non della Merkel, che anzi ha dimostrato di voler contenere certe istanze egoistiche interne al paese. Parliamo proprio di una idea diffusa tra l’elettorato (quasi una vulgata) secondo cui i popoli del nord e nella fattispecie il popolo tedesco stiano pagando i debiti dei popoli del sud, Grecia nella fattispecie. Ebbene diciamolo. Questa vulgata va abbattuta. La Germania dimentica i propri debiti non pagati. La Germania dimentica il costo dell’unificazione, riversato sull’intera Europa. E le mancate infrazioni per eccesso di deficit / PIL (peraltro ignorate anche grazie alla mediazione italiana)? Ebbene, pensatela come volete. Noi però maestri da cui apprendere lezioni, proprio non ne vediamo.

53

Econ1 Analista economico, si occupa principalmente di temi macroeconomici, Europa, Cina, Cinafrica. Economia dello sviluppo e temi di economia ambientale. Contattabile via mail (in calce).

Comment(21)

  1. Sembra di leggere la vulgata del popolo padano nei confronti del sud.
    Ma badate bene, hanno ragione. Il nord vede il sud europa e quindi anche la padania come una zona inferiore tecnologicamente, nei servizi, nella qualità della vita e nella cultura scolastica.
    Già per chi risiede in Sicilia, andare semplicemente in Emilia sembra di essere adto proprio in un altra nazione.
    Onestamente ma perchè mai la Grecia deve essere aggevolata nelle pensioni, nell’IVA e in altro quando quì da noi non andremo mai in pensione, siamo beccati l’IVA al 23% e il lavoro è costituito solo da precari?
    Se passa la volonta di condonare il debito greco allora anche altre nazioni vorranno condonato il loro, tra cui Portogallo, Spagna e Italia, altrimenti sarà la fine dell’UE.

  2. Tranquillo Andrea, noi non chiederemo mai nulla vista la nostra condizione di YesMan.

    Comunque, tralasciando le gravi colpe greche, i tedeschi hanno sempre sofferto di senso di superiorità. La seconda guerra mondiale ne è il massimo esempio.

  3. Esatto, noi non siamo indipendenti, ormai mi pare ovvio…
    Comunque alla Germania sono stati condonati i debiti quattro volte nell’ultimo secolo. Secondo il sole 24 ore, la germania deve alla Grecia circa 160 miliardi, per cause varie del dopo guerra.
    Ma i greci sono gli ” sfigati”… Chi ha eletto la germania a status di super capo poi?? Sembra di stare nel quarto reich.. .

  4. Ah già, senza contare che la Deutsche bank ha più derivati in pancia di alcune banche americane… Ma a chi vengono a fare la morale??

  5. Oggi si deciderà il futuro dell’intera Europa e non solo della Grecia. Se non materialmente sicuramente nell’ambito morale.

  6. Dal daily beast, riportato dal kyev post:

    The Daily Beast then interviewed State Department representative, Press Officer Yarina Ferentsevych of the U.S. Embassy in Ukraine. Ferentsevych told us, “At this point, as far as we are aware, no”—that is, no members of Azov. “Whether or not some may be in the lineup, that is possible. But frankly, you know, our vetting screens for human rights violations, not for ideology. Neo-Nazis, you know, can join the U.S. army too. The battalions that are in question have been integrated as part of Ukraine’s National Guard, and so the idea is that they would be eligible for training, but in all honesty I cannot tell you if there are any on the list we train. There were not any in the first rotation as far as I am aware.” In an interview with The Daily Beast, the U.S. Army Public Affairs Officer from the 173rd Airborne Brigade training Ukrainian forces in Lviv in western Ukraine, Capt. Steven Modugno, says that no one from the Azov Battalion or Right Sector is being trained in Lviv because the embassy uses the Leahy vetting process, which is in place to make sure no one has committed any kind of gross human rights abuses. When asked about members of the Azov Battalion who have not committed gross human abuses, more specifically how they are screened out, he says, “You know that’s actually a great question. It’s one the State Department would need to answer.”

    “Where these guys come from and where they go—It is their [the Ukrainian government’s] decision not ours.”

    As for American private individuals training Ukrainians elsewhere, Capt. Modugno says, “I can’t tell you that no Americans are there because any American who believes in a cause can go anywhere in the world. I can tell you in an official capacity, no, there are no American forces east of Kiev.”

    When asked if, in an official capacity, any Azov members have been trained by the U.S. military in the past he says, “I don’t know. I don’t want to say ‘no’ because I am not a big history buff on military training here. As far as I know, no. But I also know the U.S. and other nations have been doing exercises here in Ukraine since like 2002.Rapid Trident is one of those exercises. I really don’t know what units would come to that because I believe that’s active duty military. So I’m not sure, but I don’t believe so.”

    Gli usa non sanno se stanno addestrando neonazisti o meno, e i neonazisti possono arruolarsi nell’esercito degli usa??
    Ma che intelligence… O forse si vuole chiudere un occhio di fronte alle domande della gente?

  7. Robe da matti, ma che problemi di intelligence… Come ha detto quello, dove vanno i soldati addestrati sono affari loro, noi ce ne laviamo le mani. Peccato che grazie a quell addestramento questi quando vanno nell est ucraino si diano da fare a uccidere i russofoni…. Quando si parla di ipocrisia!!
    Fortuna che ci hanno liberati dai nazisti, però poi li accettano nel loro esercito…che strano! , il ku klux klan è llegale negli usa…

  8. Esatto Alex.. . E poi c’è chi ancora crede che gli usa ci libereranno da ogni male… I messia col mitragliatore e la svastica… Hahaha

    1. Si potrebbero postare le tante foto di elementi dell’esercito russo che hanno un bel pò di tatuaggi con simboli riconducibili al nazismo.
      Purtoppo nelle forze armate ci sono alcune mele marce nelle quali i sentimenti nazifascisti fanno sempre presa, indipendentemente dall’esercito di appartenenza.

  9. Non c’è niente di nuovo, hanno da decenni istruito i futuri terroristi di mezzo mondo! Che gli frega cosa fanno dopo, tanto se non obbediscono li si uccide! L’ISIS è solo l’ultimo della serie

  10. Eh si andrea, neo nazisti dappertutto, anche in cina! Ahaha, per certa gente c’è sempre una giustificazione, anche davanti all ingiustificabile.

  11. A proposito di Georgia e russia, mi sono andato a leggere il rapporto di tagliavini del tempo…

    Il diplomatico svizzero Heidi Tagliavini, ha dichiarato “Nessuna delle spiegazioni fornite dalle autorità georgiane al fine di fornire una qualche forma di giustificazione legale per l’attacco” sono valide.

    http://news.bbc.co.uk/2/shared/bsp/hi/pdfs/30_09_09_iiffmgc_report.pdf

    Quindi la guerra in Georgia è stata una guerra per procura alla russia come la guerra in ucraina.

  12. Eh già, la verità prima o poi viene a galla… Certo, per certe persone irrazionali e stupide, sarà sempre colpa di qualcun altro, meglio se con la pelle gialla o scura…

  13. Postamele, queste foto. Perché le truppe con la svastica ucraine sono finite al tg2 e sulla cnn. . Ma di quello che dici tu.. Bo

    1. Cercare e trovare, mica posso fare il lavoro del TG2 e della CNN.
      Anche perchè a postare queste cose per certa altra gente, potrebbe essere intesa quale apologia del fascismo.
      Un conto per una TV è denunciare che alcuni gruppi dell’esercito ucraino sono infarciti di gente fanatica, un altro è dirlo per un esercito che ha dalla sua l’arma nucleare.
      Non pensate che l’informazione televisiva sia libera.

  14. Si due pesi e due misure.

    Io il passato lo guardo quanto basta.
    Altrimenti si arriva troppo lontano, il presente e’ meglio.

    Due pesi e due misure perchè salvare la Germania non poneva tutto il caos che deriva da questo voto.

    E’ una questione di credibilità. E la credibilità non si conquista con le chiacchere.

    L’europa ha subito un colpo molto serio.
    Ora si aprono scenari molto incerti.
    Il progresso dell’unione ci ha garantito la pace e la convivenza pacifica.

    Forse ora ci conviene fare il punto e vedere chi vuole proseguire con l’unione e chi no.
    Per me la Grecia ha già deciso. Lei è fuori .. troverà i russi i cinesi .. sicuro meglio per loro.
    Per me meglio l’Europa.
    Alessandro.

  15. Aggiungo.

    Se qualcuno pensa di dare un euro alla Grecia……..

    Prima possiamo fare un referendum per decidere?

    Mi piacerebbe vedere un poco di democrazia su questo punto.

    Alessandro.

  16. Anch’io sono d’accordo sull idea del referendum di Alessandro filo occidente. E basta con queste regalie!

Comments are closed.