Home Breaking News L’Arabia Saudita acquista 10 batterie Patriot
L’Arabia Saudita acquista 10 batterie Patriot

L’Arabia Saudita acquista 10 batterie Patriot

87
11

L’Arabia Saudita ha acquistato dagli Stati Uniti 10 batterie del sistema di difesa aerea Patriot Pac-3. Il contratto del valore di circa 5 miliardi di dollari consente a Riad di mettere inlinea oltre 600 missili del sistema d’arma in oggetto. 

Tale acquisto va messo in relazione con la finalizzazione dell’accordo tra Iran e Stati Uniti sul programma atomico di Teheran, accordo che consentirà all’Iran di sviluppare massicciamente la sua potenza militare convenzionale prima di diventare tra 6/8 anni una potenza atomica a tutti gli effetti. L’Iran già oggi possiede centinaia di missili balistici in grado di colpire il territorio saudita. Nei prossimi anni tali missili aumenteranno sia il loro numero, sia la loro precisione, costringendo i vicini della regione a spendere risorse ingenti in sistemi antimissile e a dotarsi a loro volta di una componente missilistica offensiva. Le 10 batterie Patriot non consentono tuttavia all’Arabia Saudita di annullare le capacità missilistiche offensive dell’Iran.  

L’accordo tra Iran e Stati Uniti si dimostra, ogni giorno di più, un ottimo business per l’industria americana, sia quella dell’energia, che entrerà nel mercato iraniano, sia quella della difesa che si aggiudica commesse per difendere gli “alleati” della regione che si sentono minacciati dalla nascente potenza iraniana. 

L’Arabia Saudita potrebbe inoltre annunciare entro la fine dell’anna l’acquisto del sistema antimissile THAAD, un sistema che offre copertura di area contro i missili balistici e complemento fondamentale del sistema Patriot.   

87

tags:

Comment(11)

  1. Russia will stand by its compatriots by sticking firmly to international legal norms, and WW3 would be mankind’s last, Russia’s parliamentary speaker Sergei Naryshkin said in a newspaper interview in Moscow.

    We want people to be able to determine their future on their own land and we are against attempts to draw any division lines between them,” Naryshkin told Izvestiya newspaper when asked whether eastern Ukraine could repeat the fate of Serbia Russia stood up for shortly before WW1 broke out in 1914.

    Sergei Naryshkin also said that whenever a Cold War logic is  forced upon Russia, it will have to “respond adequately to such a challenge” and warned that things like “redrawing of the global map” and “WW3” should not be taken lightly “either in Russia or abroad.”

    “The Third World War would be the last for all of us and this is exactly what Russia is trying to prevent by building up its defense potential,” Sergei Naryshkin emphasized.

    L’articolo è tratto da Sputnik , tuttavia mi ha colpito il fatto che lo ” state duma speaker” parli in maniera così disinvolta di terza guerra mondiale (a quanto pare non limitata…) al pubblico, quando da noi, che saremmo la ” controparte” non si dice nulla riguardo ai rischi insiti nella nostra politica di ” prevaricazione” non solo economica ma anche militare. Giusto per far riflettere, noi siamo meno informati di loro… Il colmo.

    1. Ciao Luca, hai fatto bene a riportare questa notizia. Comunque noi non siamo meno informati di loro, ma completamente disinformati

  2. Concordo, con entrambi. Qui non si sa nulla praticamente… E non è che non ci sia nulla da sapere, anzi… Gli ” sleepwalkers” del 2015

    1. Ciao Alex. Io credo che se dovesse deflagrare un’altra guerra sarà ancora peggiore dal punto di vista dell’informazione, del 1914.
      Si dice che allora i soldati andavano a morire senza sapere il perché. Oggi si andrebbe a morire non solo senza sapere il perché, ma anche con una falsa percezione delle cose, basata su menzogna e disinformazione, ovvero all’ignoranza si aggiunge il fattore manipolazione di menti e opinioni.
      Si cade sempre più in basso….

  3. Ma ovviamente loro le parlano perché sono loro che perseguono la politica del al lupo al lupo . chiedetevi chi fa controinformazione, l l America che non parla di guerra o la russia che ne parla fin troppo? Anche creare dei fantasmi invisibili è una forma di terrorismo mediatico ed è incredibilmente affine al meccanismo della propaganda tanto cara all ex urss.

  4. Bah hu ti, secondo me qui non ci dicono nulla perché la popolazione non lo accetterebbe: ci sarebbero rivolte in tutti i paesi , forse perché siamo più ” evoluti” di loro , bo,oppure perché i russi vogliono che la popolazione sappia cosa sta per succedere. Sta di fatto che le tensioni geopolitiche sono sempre più grandi e che nessuno da noi dice nulla.
    In fondo forse i russi accetterebbero una guerra anche nucleare meglio di noi, perché credono ancora nel senso del sacrificio e della patria, cose che da noi non esistono più ormai da decenni.

  5. ecco perchè gli usa non rilasciano le info riservate che hanno sull’aereo abbattuto:

    It is worth noting that the initial statements by OSCE observers (July 31) broadly confirm the findings of Peter Haisenko:

    Monitors from the Organization for Security and Cooperation in Europe reported that shrapnel-like holes were found in two separate pieces of the fuselage of the ill-fated Malaysia Airlines aircraft that was believed to have been downed by a missile in eastern Ukraine.

    Michael Bociurkiw of the OSCE group of monitors at his daily briefing described part of the plane’s fuselage dotted with “shrapnel-like, almost machine gun-like holes.” He said the damage was inspected by Malaysian aviation-security officials .(Wall Street Journal, July 31, 2014)

    The monitoring OSCE team has not found evidence of a missile fired from the ground as conveyed by official White House statements. As we recall, the US ambassador to the UN Samantha Power stated –pointing a finger at Russia– that the Malaysian MH17 plane was “likely downed by a surface-to-air missile operated from a separatist-held location”:

    The team of international investigators with the Organisation for Security and Cooperation in Europe (OSCE) are uncertain if the missile used was fired from the ground as US military experts have previously suggested, the Wall Street Journal (WSJ) reported. (Malay Mail online, emphasis added)

    The initial OSCE findings tend to dispel the claim that a BUK missile system brought down the plane.

    Evidently, inasmuch as the perforations are attributable to shelling, a shelling operation conducted from the ground could not have brought down an aircraft traveling above 30,000 feet.

    Ukraine Su-25 military aircraft within proximity of MH17

    Peter Haisenko’s study is corroborated by the Russian Ministry of Defense which pointed to a Ukrainian Su-25 jet in the flight corridor of the MH17, within proximity of the plane.

    Ironically, the presence of a military aircraft is also confirmed by a BBC report conducted at the crash site on July 23.

    All the eyewitnesses interviewed by the BBC confirmed the presence of a Ukrainian military aircraft flying within proximity of Malaysian Airlines MH17 at the time that it was shot down:

    Eyewitness #1: There were two explosions in the air. And this is how it broke apart. And [the fragments] blew apart like this, to the sides. And when …

    Eyewitness #2: … And there was another aircraft, a military one, beside it. Everybody saw it.

    Eyewitness #1: Yes, yes. It was flying under it, because it could be seen. It was proceeding underneath, below the civilian one.

    Eyewitness #3: There were sounds of an explosion. But they were in the sky. They came from the sky. Then this plane made a sharp turn-around like this. It changed its trajectory and headed in that direction [indicating the direction with her hands].

  6. Letta su FB nella vostra pagina mi è subito venuto da riflettere su questa notizia.
    La mia riflessione è andata a ricadere su due fronti.

    1) Gli USA hanno tirato fuori questo accordo con l’Iran proprio per poter aumentare le proprie commesse militari. Tanto loro sono lontani e quindi non si pongono il problema che il guadagno immediato tra qualche anno diventi invece un pericolo.

    2) i sauditi comprano dagli americani. Cioè, fatemi capire, il tuo alleato ti tradisce facendo un accordo con un tuo nemico e te che fai? Invece di mandarlo a spigare gli acquisti 5,2 miliardi di missili?

    A me qualcosa non torna.

  7. Come al solito la nostra cara democrazia oramai è autocrazia della politica, al popolo non serve sapere i loro sporchi affari….. Altro esempio, credo che nessuno ancora tranne pochi militari che erano di stanza in Friuli e veneto orientale con me sappia che durante la guerra in Bosnia si è rischiata la terza guerra mondiale a causa di un jet serbo che è stato intercettato ed abbattuto mentre entrava in territorio italiano sul Carso in quanto alla Russia non andava giù l’indipendenza di Croazia Slovenia etc… Stessa storia la faccenda odierna in Ucraina dove continuano a sparare ogni giorno e qui nessuno viene informato… Anzi è proprio secretato il discorso, come il voto che ieri in parlamento ha fatto sentire traditi tutti gli italiani onesti che oramai si vergognano di questa nostra casta politica.

Comments are closed.