Home Breaking News Marò l’India ha chiesto l’applicazione della legge antipirateria
Marò l’India ha chiesto l’applicazione della legge antipirateria

Marò l’India ha chiesto l’applicazione della legge antipirateria

14
2

Il procuratore generale ha richiesto di applicare la legge anti pirateria al caso che coinvolge i nostri due Marò, senza la richiesta della pena di morte.
Il nostro governo deve, DEVE, agire in modo pubblico e palese in ogni sede possibile per bloccare questa infamia che si sta compiendo ai danni di due nostri militari che erano in missione sotto egida delle Nazioni Uniti, proprio per arginare la pirateria.
Salvatore e Massimiliano rappresentano oggi l’Italia intera e guai a chi pensasse anche solo per un minuto di abbandonarli al loro destino in nome di interessi economici e commerciali.
Finalmente il governo sembra essere compatto nel cercare di ottenere il giusto processo in Italia per i nostri fucilieri di marina.
La Corte Suprema indiana non si è espressa e ha rinviato la propria decisione al giorno 18 febbraio.

14

Comment(2)

  1. Ammesso che siano innocenti… Per quanto giusto e legittimo credete davvero che gli indiani saranno così “ingenui” e in buona fede da far ritoranre da noi quei due soldati?
    Casi simili ci sono già stati in passato, anche da noi, e si è visto come va a finire, si è visto come la giustizia funziona, quando per giustizia si intende assoluzione per un motivo o l’altro anche quando la colpevolezza era palese…

  2. Ma perché 2 soldati ITALIANI in servizio sotto egida ONU devono essere giudicati come PIRATI? L’ ONU questa organizzazione inutile che non ha fermato la guerra del Golfo – Che non ha fermato la guerra in Afghanistan, inerme sulla Siria! e quando un nostro fratello – figlio – cugino viene SEQUESTRATO in acque INTERNAZIONALI…….DOVE’? A casa devono tornare a CASA! tutti…. e che ci vadano loro a farsi sparare nel sedere!

Comments are closed.