Home La crisi in Ucraina – Timeline

La crisi in Ucraina – Timeline

Una crisi dalle radici antiche

Welcome to Kiev
Stuck in Customs / Foter / CC BY-NC-SA

Mentre degenera la situazione in Ucraina e dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha chiesto l’autorizzazione all’uso della forza militare al di fuori dei confini della Federazione Russa, GeopoliticalCenter ha creato per voi questa pagina al fine di seguire in maniera più ordinata il flusso di notizie e di analisi che abbiamo pubblicato per voi.

Le forze russe in Crimea – Infografica

Situazione militare russa in Crimea
Situazione militare russa in Crimea

Breve galleria video

[youtube width=”200″ height=”150″]RmDqqZZceX0[/youtube] [youtube width=”200″ height=”150″]hdu_S0LFPKg[/youtube] [youtube width=”200″ height=”150″]9eFC897u8cI[/youtube]

Cronologia degli eventi

[box color=”blue” icon=”information”]Per consultare i principali eventi nella cronologia qui di seguito, cliccate sulle frecce per aprire i vari box.[/box]

[togglebox state=”open” head=”Aprile 2014″ ]

[list style=”bullet-arrow”]

21 Aprile ultimo giorno per la Diplomazia?

Nuova Russia storia di una regione

Ucraina Orientale capitale umano per la Russia di Putin

[togglebox state=”open” head=”Marzo 2014″ ]

[list style=”bullet-arrow”]

La Transnistria una repubblica riconosciuta solo da Mosca ad est della Moldavia, con 1500 soldati russi presenti da alcuni anni (e armati di tutto punto)

– E se l’obiettivo Russo fosse l’Ucraina dell’Est? Un nostro post di analisi del 14 marzo 2014

Una Variabile imprevedibile di nome Polonia Un nostro post di analsi

– Siamo alla cronaca di queste ore, rimandiamo ad un articolo di riepilogo degli eventi più recenti.

– Telefonata di Putin ad Obama che però non allenta la tensione ecco il post. [/list]

[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”Febbraio 2014″ ]

[list style=”bullet-arrow”]

– Le proteste continuano e il conteggio delle vittime aumenta giorno dopo giorno.

– Yanukovich firma un accordo con i leader della protesta, la situazione sembra tornare alla normalità.

– Si perdono le tracce del presidente Yanukovich (ricomparirà giorni dopo in Russia).

– Yulia Tymoshenko viene scarcerata.

– Olexander Turchynov viene nominato presidente ad interim e contestualmente viene spiccato un mandato di cattura internazionale all’indirizzo di Viktor Yanukovych.

– In Crimea si registrano i primi movimenti di soldati (senza insegne).

– Mezzi militari e soldati vengono identificati (sono russi) e stanno lentamente prendendo posizione in più parti della penisola di Crimea.[/list]

Approfondimento
Ucraina Victoria Nuland al telefono “Fuck the Europe”
Kiev guerra in piazza indipendenza. Pronta una specie di coprifuoco
Ucraina l’importanza strategica di Sebastopoli
Federalismo per l’est dell’Ucraina. Un possibile scenario

[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”Gennaio 2014″ ]

[list style=”bullet-arrow”]

– Gli scontri in Piazza Indipendenza diventano sempre più duri, all’indomani dell’approvazione di una legge che limita la libertà di manifestare in pubblico (vietandola di fatto).

– Si registrano le prime vittime in Piazza Indipendenza, gli scontri proseguono violenti.

– Il Governo Ucraino in carica si dimette, sospesa la legge che limita le manifestazioni pubbliche.[/list]

Approfondimento
Ucraina trattative fallite rischio di nuove violenze

[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”Dicembre 2013″ ]

[list style=”bullet-arrow”]

– L’intervento della polizia scatena la reazione delle folle, che convergono su Piazza Indipendenza.

– Anche la polizia antisommossa confluisce in Piazza Indipendenza, inizia un faccia a faccia tra forze dell’ordine e manifestanti.

– La Russia garantisce un prestito pari a 15 miliardi di $, oltre ad un prezzo di favore sul gas (sono proprio queste concessioni che successivamente verranno messe in discussione).[/list]

Approfondimento
Putin afferma che in Ucraina é in atto un Pogrom non una rivoluzione

[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”Novembre 2013″ ][list style=”bullet-arrow”]

– Il governo di Yanukovich sospende i negoziati con l’UE, in favore di un dialogo attivo con la Russia.

– In Piazza Indipendenza a Kiev (citata come Piazza Maidan in Italia) si radunano 100mila persone per protestare contro la decisione di Yanukovich.

– La polizia in assetto antisommossa interviene per sedare le manifestazioni. Si segnalano le prime decine di feriti.[/list]

[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”2010″ ]Viktor Yanukovych diventa presidente dell’Ucraina. Yulia Tymoshenko viene arrestata.[/togglebox]

[togglebox state=”close” head=”1991″ ]L’Ucraina dichiara la propria indipendenza da Mosca tramite un referendum. Il 60% dei votanti è a favore della scissione dall’Unione Sovietica.[/togglebox]

GeopoliticalCenter – Facebook

0

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.