Home Atlantico America Portaerei Enterprise : pronti a tutto
Portaerei Enterprise : pronti a tutto

Portaerei Enterprise : pronti a tutto

20
0

Washintong  22 marzo 2102

Geopoliticalcenter tramite la propria sezione americana e medio-orientale vuole coprire passo passo il viaggio della portaerei Enterprise verso la sua zona di operazioni.

Nella prima parte del viaggio di trasferimento, come standard impone, la portaerei è stata armata ha ricevuto a bordo gli aerei e ha iniziato a svolgere esercitazioni sempre più complesse. Una in particolare ha colpito la nostra attenzione, una esercitazione che in inglese suona così :”mass casualty drill”. Una esercitazione in cui viene simulato un attacco, oppure un grave incidente a bordo della portaerei, talmente grave da superare le capacità di soccorso del team medico di bordo e del piccolo ospedale di cui è dotata la nave. La “mass casualty drill” non è esercitazione di routine sebbene venga svolta non di rado dalle portaerei americane. Questa esercitazione come apprendiamo direttamente da fonti della marina americana ha simulato la presenza sul solo ponte di volo di  di 50 feriti, non in grado di spostarsi autonomamente. I 50 feriti sono stati spostati nel ponte hangar e trattati in quel luogo. L’esercitazione non ha coinvolto solo il personale medico, ma anche tutti gli altri specialisti della nave dagli specialisti alle armi passando per  il ponte di comando e le strutture di navigazione.

Pin realtà analizzando bene la struttura dell’esercitazione, a bordo dell’Enterprise, si è simulato un attacco alla nav,  un attacco che ha determinato una duplice esplosione, una a prua e una a poppa. Dopo le due esplosioni il comando della nave ha ordinato una virata per permettere ai servizi di emergenza di lavorare al meglio senza subire troppo gli effetti del fumo e del calore.

Non dimentichiamo inoltre il vero obbiettivo dell’esercitazione : mantenere operativo il ponte di volo e fare in modo che l’unità possa proseguire il combattimento ed allontanarsi dall’area dell’attacco.

La Big E non va in crociera di piacere, lo sapevamo già.

Tra alcuni giorni vi parleremo di un’esercitazione dell’ US Central Command denominata Internal Look che si è svolta per un tratto parallelamente a Bold Alligator. Internal Look è la più importante esercitazione dell’Us Central Command e quest’anno l’argomento non poteva che essere uno : IRAN

Dal sito della US Navy la relazione sull’esercitazione 

20