Home Breaking News E adesso riportiamoli a casa
E adesso riportiamoli a casa

E adesso riportiamoli a casa

41
35

Il govenro indiano, dopo una riunione straordinaria di un gabinetto ristretto, presenti il ministro della Difesa degli Esteri degli Interni e della Giustizia, ha deciso di accettare l’arbitrato internazionale per risolvere il problema di giurisdizione sulla questione che vede convolti i nostri due fanti di marina Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.
La questione quindi passerà nella mani della Corte Permanente Internazionale con se a L’Aja.
Nell’attesa del pronunciamemto della corte l’Italia ha il diritto di chiedere l’immediato rimpatrio dei militari coinvolti nella vicenda.
Ci auguriamo quindi che come primo atto, all’istruttoria preliminare del procedimento presso la Corte Permanente Internzionale, l’Italia chieda l’immediato rimpatrio di Salvatore Girone, ancora ingiustamente e proditoriamente prigioniero del govenro indiano.
È ora di riportarlo a casa!

41

tags:

Comment(35)

  1. Di quale casa parlate?
    Forse è quella casa che invece di trattenerli qui li ha lasciati nelle mani dell’India?

    L’unica casa a cui riportarli è quella dei loro familiari, per il resto potrebbero andare a quel paese tutta la catena di comando militare, politico ed economico che hanno fatto unicamente i loro interessi monetari.

    1. Andrea visto che questo paese le fa schifo, perché non si trasferisce altrove? nessuno la trattiene sa!!

  2. Arriva andrea e butta giù tutto. Complimenti!! Bravo italiota, che si lamenta di tutto ma che è corresponsabile della situazione in cui siamo( che tra l’altro siamo sempre meglio di centinaia di altri paesi eh) ! Bravo!

    1. In fondo Andrea però ha ragione.
      Hanno fatto i loro interessi e se ne sono strafregati (perdonami il linguaggio) dei Marò, e anche se se ne fossero interessati, per quanto conta l’Italia, ci avrebbero pure riso in faccia

      1. guardate che è l’ india che li trattiene, mica sono i nostri a non volerli più a casa…distinguiamo per una volta meriti e colpe…

        1. E perché li trattiene? Perché le nostre istituzioni non valgono nulla e non si fanno valere né ci fanno valere

        2. L’ignoranza sulla questione dei marò in Lei ha preso il totale dominio della ragione, sempre che l’abbia avuta una ragione.

          I marò sono stati trattenuti dall’India ma quando sono rientrati in Italia, sono state le nostre istituzioni che ogni volta hanno comandato loro di rientrare in India.

          E loro, che hanno prestato giuramento alla Costituzione, hanno obbedito.
          Quanti di quelli che hanno dato il comando hanno rispettato la nostra Costituzione?

          Distinguiamo una volte per tutte le fesserie dalle verità

          Come vede, vista la sua ignoranza, il termine di italiota si addice più alla sua persona.

  3. Ah bene, ma mi scusi, ma secondo lei gli indiani si fanno comandare da noi?? Vada lei in una corte indiana e poi vedremo che risultati otterrà!! I nostri fanno quello che possono. Ne va anche del nostro prestigio, cosa crede??

    1. E che prestigio deve difendere questo paese? Ne ha qualcuno?
      Sta rinunciando alla propria sovranità, non vi è patriottismo, non c’è ordine nè moralità, gente completamente delirante davanti alla TV immorale e falsificatrice, dai programmi ai telegiornali, giovani che non hanno rispetto dei sani valori condivisi fino a due generazioni fa (lo dice uno che domani compie 23 anni e so come ragionano i miei coetanei), non c’è coesione sociale se non quando gioca l’Inter o quando ci sono i Mondiali di Calcio.
      Mi dispiace, il prestigio lo abbiamo perso dal 1945 in poi, se ma lo avessimo avuto.
      Credo ormai poco in questa Italia, che ritengo abbia ormai gli anni contati su non più delle dita di due mani

  4. E che prestigio deve difendere questo paese? Ne ha qualcuno?
    Sta rinunciando alla propria sovranità, non vi è patriottismo, non c’è ordine nè moralità, gente completamente delirante davanti alla TV immorale e falsificatrice, dai programmi ai telegiornali, giovani che non hanno rispetto dei sani valori condivisi fino a due generazioni fa (lo dice uno che domani compie 23 anni e so come ragionano i miei coetanei), non c’è coesione sociale se non quando gioca l’Inter o quando ci sono i Mondiali di Calcio.
    Mi dispiace, il prestigio lo abbiamo perso dal 1945 in poi, se ma lo avessimo avuto.
    Credo ormai poco in questa Italia, che ritengo abbia ormai gli anni contati su non più delle dita di due mani

  5. Alessandro tu descrivi la società italiana in toni apocalittici, come se fossimo 60 milioni di pazzi… I giovani non hanno rispetto dei sani valori dell età dell oro?? Ma che stai dicendo? Chi ha insegnato ai giovani a essere così?? Chi??
    Chi semina vento raccoglie tempesta…

  6. Andrea la ragione io l ho sempre avuta… Comunque, siete scontenti del vostro paese? Pensate che siamo senza spina dorsale? Benissimo, siete liberi di cercarvi un altro luogo dove andare a vivere, come hanno fatto milioni di italiani.
    Alessandro hai 23 anni? Bene, e in quali valori credi? Perché si sta poco a fare la morale agli altri, ma resta da vedere quali sono i valori in cui uno crede. Sono forse ordine, disciplina? Vincere vinceremo?

    1. Dio, la famiglia, il merito, il rispetto. Questi sono i miei valori.
      La patria, solo se lo merita.
      Mi chiedi se io e Andrea siamo scontenti del nostro paese? Ti dico di sì. Io faccio l’Università: posso mai essere contento di un paese che recentemente ha approvato un ddl per cui nei concorsi non vale solo il voto di laurea (in questo paese di nepotismo già il solo voto di laurea è tutto dire) ma anche l’Ateneo. Quindi se mi laureo alla Bocconi sono più privilegiato di uno studente che magari si è fatto il c*** molto più di me all’Università di Catania?
      Ti sembra normale?
      Quando si deciderà di bloccare questo paese da Nord a Sud in massa, nessun dipendente a lavorare, nessuno a pagare tasse, sarà sempre troppo tardi

  7. Signori non facciamo di tutta l’erba un fascio! L’Italia ha i suoi limiti, come ogni altro paese del mondo, nessuno è perfetto, però dire che siamo una paese che non vale nulla, o come leggo qui, ” delirante”, che scommette sugli ” anni contati”… Beh, francamente parlando, queste persone sono penose, penose se credono nelle cose che hanno scritto. Rimboccarsi le maniche e lavorare, per una volta!!

    1. Il mio commento sarebbe delirante? Perché ho scommesso su un ultimatum per questo paese?
      Poi mi dici di rimboccarsi le maniche e andare a lavorare?
      Per me potrebbe andare bene anche un lavoro parziale di 500-700 euro al mese in quanto molto giovane, ma poniamo il caso che fossi un uomo di 29 anni col sogno di sposarmi ed erigere una famiglia: posso mai farlo con lavori ad intermittenza e stipendi non permanenti, con una pressione fiscale che ti divora pure i boxer e ciò che c’è lì dentro? Se si sopravvive, non si vive, beninteso, ma si sopravvive con 1200 euro al mese, ovvero una retribuzione media, che futuro avranno questi giovani? Trovami un lavoro permanete dai 1500 euro in su e vedrai come mi rimbocco le maniche!
      Finiamola con i buonismi! L’unico modo di rimboccarsi le maniche, lo ripeto, è bloccare tutto il paese, nessuno vada a lavorare né a pagare i tributi fino a quando non si avranno garanzia per gli operai, i pensionati, i dipendenti!
      Tutto il resto sono solo chiacchere

  8. Non sono assolutamente d’accordo con andrea e Alessandro : ogni paese commette i suoi errori, ma da qui a dire che il nostro paese non vale nulla, ne corre di acqua sotto i ponti!

  9. Ah ok, ora ho capito con chi parlo.
    Che c’è, non puoi andare al mare perché devi dare qualche esame?? Poverino…

    1. Posso andare benissimo al mare. Rileggi il mio commento sopra e mettiti nei panni di uno studente che si ritrova ad essere DISCRIMINATO perché non ha frequentato l’Ateneo di Bologna, ma quello di Rimini.
      Non difendete questo paese, dovete stare solo zitti. Sei un lavoratore? Lavori? Bene, fai l’altruista, verso i tuoi connazionali, giovani e meno giovani che non hanno lavoro, che stanno negli stenti, non lavorando né pagando le tasse assieme ad altri lavoratori altruisti, si spera, come te. Se poi non hai interesse perché benestante è un altro discorso

  10. Considerati fortunato che fai l’università, che siamo uno tra i paesi con meno laureati d’Europa… E parla lui, chissà che festoni che fate tra un esame e l’altro, e noi, ” deliranti”, costretti a farci il c***, quello vero!!
    Noi siamo la spina dorsale del paese, non gente che è solo buona a lamentarsi!!
    Ecco spiegato perché ti senti superiore ai tuoi coetanei…

    1. Luca e Alex, vi sentite scaltri e più furbi?

      E’ proprio per la gente come voi che questa Italia va male, gente che non ha rispetto per gli altri e crede e si sente migliore o superiore.
      Parlate di lavoro e mi piacerebbe sapere che titolo di così grande professionalità vi autorizzara a parlare in questo modo per denigrare la formazione degli altri.
      Magari siete proprio quel tipo di italiano che non paga le tasse, finta pensionata e che si alzano la mattina pensando come “fottere” i propri concittadini.

      Questo è il problema che nasce quando ignoranza e presunzione, insieme alla povertà di spirito, si annidano tutti in un unica volta.

      Chi studia è un investimento per un paese, che putroppo per il nepotismo e le raccomandazioni, non trova sbocco qui.
      Fortunati quelli che studiando in Italia hanno poi la possibilità di andare a lavorare via da qui, perchè almeno così la loro produttività fara crescere lo stato che li accoglie e li valorizza per meritocrazia, invece di rimanere a sentirsi dire le sciocchezze che vi escono dalla tastiera.

      Voi non siete per niente la spina dorsale di questo paese, al limite un pezzo di intestino crasso.

    2. Non mi sento superiore ai miei coetanei per l’università, ma per la cultura generale SÌ! Siccome non sono buonista, ma detesto il buonismo e l’apatia, lo dico anche a caratteri maiuscoli: SONO SUPERIORE AI MIEI COETANEI!
      E lo sai perché? Anche perché frequento GeopoliticalCenter, che ti fa comprendere molto di più di quanto non faccia la stampa venduta e pennivendola.
      Perché, a differenza dei miei coetanei, che pensano solo a divertirsi, non penso solo a fare quello, ma a leggere di attualità, cronaca, ad informarmi di ciò che accade intorno a me.
      Perché, a differenza dei miei coetanei, so benissimo chi è il Presidente della Repubblica e che il Presidente del Consiglio è più influente del primo (ti dico che un ragazzo della mia età una volta fece capire che non sapeva che il Presidente della Repubblica fosse Napolitano, un altro che il Presidente della Repubblica fosse più potente del Presidente del Consiglio semplicemente perché denominato Presidente della Repubblica!).
      Perché, a differenza dei miei coetanei, so che c’è la guerra in Ucraina e che potrebbe degenerare in guerra su larga scala.
      Perché, a differenza dei miei coetanei, so benissimo che la Terra ruota attorno al Sole (conosco gente della mia età che pensa che sia il Sole a ruotare attorno alla Terra, davvero!!!)
      Perché, a differenza dei miei coetanei, non vivo di Grande Fratello, Temptation Island o Uomini e Donne, programmi con lo scopo di distrarre dalle tematiche davvero calde.
      Ebbene, non sono superiore ai miei coetanei?
      Lo ripeto: LO SONO!

      1. guardi che quelle trasmissioni sono seguite da pochi milioni di persone, su 60 mln…
        basta vedere sempre il bicchiere mezzo vuoto…

  11. Guarda che il presidente della repubblica è veramente più potente del presidente del consiglio, dato che comanda le forze armate, e può sciogliere le camere. Guarda a Napolitano ad esempio. Ora guarda a mattarella…

  12. A CHI NON CREDEVA QUANDO IO DICEVO CHE ERANO D ACCORDO :

    The Sun, la regina Elisabetta bambina faceva saluto nazistaSpunta filmato anni ’30. “Lo zio Edoardo le insegnava”filmato sgranato in bianco e nero, di pochi secondi. La futura regina Elisabetta nel 1933 è ripresa insieme a sua madre e sua sorella Margaret nella tenuta di Balmoral. Con loro lo zio Edoardo, quello che tre anni dopo salirà al trono per poi abdicare per sposare Wallis Simpson. E tra i giochi e le risate sul prato tutti cominciano ad alzare il braccio destro come nel saluto nazista. Come se Edoardo volesse insegnare come si fa. La clip viene pubblicata dal Sun sul suo sito e presentata come un’esclusiva mondiale, un filmato rimasto nascosto per 80 anni e riemerso oggi per la prima volta. Il giornale precisa che il filmato risale al 1933-34 quando Hitler ha da poco conquistato il potere e che i legami di Edoardo con Hitler e il fascismo sono ben documentati. Il quotidiano aggiunge che esperti hanno definito il nuovo filmato di grande interesse pubblico e che potrebbe gettare nuova luce sull’atteggiamento della famiglia reale nei confronti della Germania negli anni ’30.

    VEDETE DI STUDIARVI ANCHE QUESTI ” LEGAMI”… AH GIA, SAPETE TUTTO VOI.

  13. Bloccare il paese?? Bloccare il paese?? Ma dico, siamo al limite dell eversione. Se non ti stanno bene gli stipendi italiani, vai a farti la stagione in Germania o a lavorare in Australia, che problema c’è?
    Odio quelli che fanno i moralisti ma poi sono studenti universitari, che per eccellenza non fanno un h da mattina a sera, i ben pensanti, loro si che si possono permettere di pensare, tanto hanno i genitori che li mamtengono. E nonostante il fatto che debbano solo studiare, hanno pure il coraggio di andare fuori corso!! Ma di che stiamo parlando, ma per favore!! Tu superiore?? Veramente esilarante.

    1. Stiamo ancora aspettando l’alta “professionalità” di cui Lei si occupa e senza la quale questo paese è finito.

      Altrimenti sarebbe preferibile stare in rigoroso silenzio magari leggendo qualche libro ogni tanto, visto che la cultura sembra non essersi fermata dalla sue parti.

      Vorrei proprio vederLa mentre si parla di particella positronica, di micotossine, di sindrome dissociativa post-traumatica, dell’applicazione del primo principio della termodinamica, del teorema di Bernoulli, del pessimismo di Pascoli o di qualsiasi altro argomento di un certo livello.

      Si ricordi che quando va al pronto soccorso potrebbe trovare un medico, magari fuori corso, che potrebbe avere la sua vita nelle mani.

      1. non vorrei mai trovarmi nelle mani di un medico/tirocinante fuori corso…è incapace di stare sui libri, figuriamoci di operare manualmente su pazienti…

  14. Bloccare il paese?? Bloccare il paese?? Ma dico, siamo al limite dell eversione. Se non ti stanno bene gli stipendi italiani, vai a farti la stagione in Germania o a lavorare in Australia, che problema c’è?
    Odio quelli che fanno i moralisti ma poi sono studenti universitari, che per eccellenza non fanno un h da mattina a sera, i ben pensanti, loro si che si possono permettere di pensare, tanto hanno i genitori che li mamtengono. E nonostante il fatto che debbano solo studiare, hanno pure il coraggio di andare fuori corso!! Ma di che stiamo parlando, ma per favore!! Tu superiore?? Veramente esilarante.

  15. Alex e Giacomo, volete che ve lo ribadisco?
    Sono superiore, riconosco di avere una cultura più ampia di quelli dei miei coetanei perché mi informo e mi piace conoscere la realtà di come funzionano e stanno le cose, a differenza di tanti altri, perché fare il buonista e il falso umile, perché non lo devo dire?
    Un ragazzo come me dovrebbe essere apprezzato semmai ed essere oggetto di investimenti. Guardate che tanti altri studenti universitari fanno anch’essi parte della marmaglia generale, la laurea pertanto non vuol dire nulla.
    Stiamo andando alla rovina proprio perché siamo perbenisti, siamo attorniati di una falsa moralità che ormai ci sommerge e ci spinge a non pensare come si dovrebbe.
    Alex, è un’eversione bloccare il paese? Ho urlato alla rivoluzione armata? Ho urlato alla guerra civile in Italia?
    Tu lo sai che i nostri governanti non rispettano la Costituzione al suo primissimo articolo? Cosa dice l’art.1 della Costituzione? “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul LAVORO.”
    Rispettano dunque la Costituzione quando loro sono nei sollazzi e anche o principalmente per colpa loro (non solo per colpa loro ovviamente) fuori ci sono tra i 4 e i 6 milioni di disoccupati, e 2 milioni di persone sotto la soglia della povertà? Questa non è eversione VERA ED ANTICOSTITUZIONALE? Bloccare il paese è eversione, e questa allora cosa è? Facciamo allora la guerra civile, è meglio fare la guerra civile???
    Non c’è bisogno di una guerra civile, è sufficiente anche ripudiare di andare a votare in massa, o in alternativa chiudere i battenti in tutto il paese come dicevo. Vediamo che succede

Comments are closed.