Home Breaking News Motovedetta italiana minacciata nel Mediterraneo. Primo episodio di pirateria nel Mare Nostrum
Motovedetta italiana minacciata nel Mediterraneo. Primo episodio di pirateria nel Mare Nostrum

Motovedetta italiana minacciata nel Mediterraneo. Primo episodio di pirateria nel Mare Nostrum

25
2

Pomeriggio del 15 febbraio, il mediterraneo vive in atto di pirateria. Un barchino con a bordo un gruppo di clandestini viene intercettato a poche miglia dalle coste libiche. Il personale di salvataggio della Guardia Costiera recupera i clandestini, poi cerca di sequestrare, per ciò che può essere utile, il barchino degli scafisti. Ma a questo punto i pirati, perché questo sono, imbracciano armi da guerra, le puntano contro la nostra motovedetta, che soccombe alla minaccia e si allontana verso nord lasciando la barca ai pirati libici.
I pirati, mercanti di uomini, tornano a sud e nessuna unità italiana di mare o di aria li intercetta e li neutralizza.
Il fatto è gravissimo perché i nostri uomini erano disarmati, hanno dovuto soccombere alla minaccia di uno sparuto gruppo di pirati, nessun mezzo militare italiano ha ripristinato l’ordine con la forza necessaria.
Se questa è la postura con la quale ci avviciniamo alla Libia, un intervento sarà un disastro. Urge cambiare regole di ingaggio e compiti delle forze armate nel Canale di Sicilia.

25

tags:

Comment(2)

  1. Meritavano che gli sequestravano la motovedetta. Che cavolo ci fa la guardia costiera italiota in Libia?

Comments are closed.